Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it - forum gallerie tutorial guide - Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it - forum gallerie tutorial guide - Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it

DiFFoto - Portale Fotografico - forum guide tutorial gallerie


Oggi è 26/06/2017, 9:36

La Tentazione del Colore


by Fabio Crivellaro

Il Progetto

La maggior parte delle foto che faccio sono documentative, come le Urban-exploration, Street-photography, paesaggio, ecc. Questo, a differenza degli altri, è il mio primo progetto concettuale. L’assieme di queste foto non va a raccontare un particolare stato sociale o storico o politico, non va a mostrare il nostro territorio, anche se magari prese singolarmente possono anche farlo, ma tutte assieme vogliono essere una metafora per dei sentimenti umani. Partiamo dal titolo, la tentazione del colore …. La tentazione indica un qualcosa che ti attira a cui fai fatica a resistere.
Queste foto simboleggiano la tendenza dell’uomo a cercare una soluzione nel momento in cui è in difficoltà o ad una esigenza, all’istinto di sopravvivenza, quello che ti fa andare verso la luce se sei all’oscurità, che ti fa nuotare verso la superfice se sei sott’acqua o camminare verso il barattolo di nutella se sai che è in casa, o cercare il colore se sei nel grigiore. In queste foto potete vedere bene questi punti di colore in situazioni si grigiore, o di oscurità.

Questo progretto è nato da un'idea di Paolo Gasparetto di Ca’ Cornera Stazione di sosta nel delta del Po, e poi implementato da me assistito da Genni Albertin.
Dal titolo si può capire che il colore è uno dei protagonisti, quindi non ci aspettiamo sicuramente fotografie in binaco e nero, poi c'è la parola tentazione che fa affiorare in ogni persona sensazioni diverse.
L'esigenza nasce da una mancanza, da una necessità. Quando esco a fotografare vengo colpito da determinate scene, indipendentemente da quale lavoro fotografico stia facendo.
Quand'è che si cerca il colore? Quando diventa raro, quando il paesaggio si fa grigio o scuro, quando l'intensità delle tinte si accentuano verso il bruno, il fosco. Lo stato d'animo, in quei momenti, si fonde con i colori che mi circondano. E' questo il momento in cui nasce la voglia di respirare, la voglia di scrollarmi di dosso tutta la cupezza che mi circonda, è proprio questo l'attimo in cui cerco la luce, il colore.

E' cominciato qualche anno fa, tornato a casa da un'uscita fotografica, guardando le foto scattate, in mezzo a tutte sono spuntate un paio di foto fuori dal coro, da lì in avanti la cosa si ripeteva ogni volta che uscivo con la macchina fotografica. Inizialmente le mettevo lì da parte e le osservavo con la coda dell'occhio mentre facevo altro. Queste foto aumentavano sempre di più e la loro presenza si faceva notare in maniera sempre più invadente. Gli scenari erano i più disparati, diversi, mondi distanti tra loro ma notavo che tra loro c'era una strana affinità. Cosa avevano in comunune? La fotografia mi ha aiutato a leggere meglio dentro di me, attraverso le foto fatte d'istinto, spontaneamente, fatte perché in quel momento mi andava di farle. Spesso è difficile capire una cosa quando la si vive da dentro, circondati da ansie e paure, quando siamo di corsa e ci facciamo schiacciare dagli eventi, ma tramite una fotografia si può vedere tutto da un altro punto di vista, facendo un passo indietro e prendendo tutto il tempo che serve. La fotografia per me è terapeutica. In queste foto cercavo dei punti di colore in uno scenario grigio.

Le foto sono state scattate nell’arco di 4 anni, questo progetto come tutti gli altri che faccio non sono mai totalmente conclusi, in ogni momento può capitare di trovare una particolare scena che meriti di essere fotografata ed inserita nel progetto.
Col passare del tempo continuo sempre a maturare ed a cambiare il mio punto di vista fotografico, ad ogni confronto, ad ogni mostra, ad ogni libro, qualcosa si aggiunge sempre ed è proprio questo che mi appassiona, questa continua evoluzione.

Fabio Crivellaro

©Diffoto

Ne Parlano ...

…uscirò per le strade, cercando i colori.
Cesare Pavese
Ci sono molte tecniche con cui la fotografia a colori ritrae il reale trasformandolo in incantesimo. Talvolta si tratta di sperimentazioni cromatiche o riverberi luminosi. Altre volte di punti di vista. Nel caso di Fabio Crivellaro si tratta di scegliere un vero e proprio punto di vista sulla realtà, tra contenuto e linguaggio non c’è più differenza.
Tutti i suoi scatti, molto diversi tra loro per soggetti e situazioni, hanno un unico filo rosso: quello di catturare la forza cromatica del vero come un raggio teso a illuminare il presente in un rapporto empatico, condiviso, quasi fisico dove spesso si resta davvero magnetizzati.
Il suo obiettivo coglie la forte tensione tra forma e colore rivelandolo in fantasmagoriche architetture, vivaci circuiti elettrici, fosforescenti grafismi di luna park notturni ma sempre con grande consapevolezza di chi conosce il linguaggio seducente e ammaliante del colore.
Gioca spesso sul depistaggio, sulla deviazione dello sguardo, dando corpo a una inaspettata estetica delle cose: variopinti primi piani di oggetti d’ogni giorno, inusuali cromatismi di geometrie metropolitane, audaci interazioni colorate di materiali accostati per gioco li trasforma in sensuali ipnotiche immagini.
Forse , su tutto, Fabio Crivellaro non fa altro che inseguire, con il suo sguardo, il riscatto del colore come narrazione euforica e incantata del mondo.
Settembre, 2016 Gianpaolo Gasparetto

Sala Stampa


La Voce di Rovigo - 23/04/2016
©Diffoto
La Voce di Rovigo - 14/09/2016
©Diffoto
Il Resto del Carlino - 15/09/2016
©Diffoto
Il gazzettino - 16/09/2016
©Diffoto




Articoli OnLine

Redazione di Rem Web ---> La tentazione del colore
Ventaglio 90 ---> A Ca’ Cornera un affascinante percorso tra immagine e colore

Intervista su Radio Diva

Biografia

Cercavo un modo per uscire dalla mia corazza e mostrare il mondo come lo vedevo io, con i miei occhi.
Ho acquistato la prima reflex nel 2011 anche se ho sempre fotografato fin da piccolo.
Nei miei primi lavori si nota un’impronta severa, molto attenta alla composizione e al lato tecnico che compone la scena per poi lasciarmi andare e catturare liberamente il mondo che mi circonda mescolandomi ai protagonisti, che sono l’uomo e il mondo che lo circonda tra natura e architettura.

Alcune Foto

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

©Diffoto


Esposizioni

- Polesine Fotografia 2016: dal 23 Aprile all'8Maggio 2016 presso "Storico Caffè Commercio" a Fratta Polesine (R0)
- Ca'Cornera Stazione di sosta nel delta del Po: dal 18 Settembre al 20 Novembre 2016 presso "Osteria Ca'Cornera" a Porto Viro (R0)
.

Privacy

E' severamente vietato l'utilizzo e la riproduzione totale o parziale del contenuto di questo sito internet e delle immagini contenute senza il consenso dell'autore che ne è il proprietario.
info: info@diffoto.it










cron