Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it - forum gallerie tutorial guide - Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it - forum gallerie tutorial guide - Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it

DiFFoto - Portale Fotografico - forum guide tutorial gallerie


Oggi รจ 26/06/2017, 9:45

Esposizione a destra, Istogramma e RAW


News


Per capire "l'esposizione a destra" è importante conoscere:
- Come lavora il sensore
- La differenza tra RAW e JPG
- Leggere l'istogramma


Il Sensore

Il sensore della fotocamera è formato da moltissimi pixel, un pixel è formato da 4 fotodiodi che catturano informazioni "solo" sulla luminoisità che leggono, per questo gli viene applicata sopra una "bayer pattern" formata da 4 celle, 2 "celle" verdi, una blu e una rossa .... tutti questi dati vanno a formare il pixel. Il file raw contiene i dati dei fotodiodi, invece il file jpg contiene solo il pixel di risultato.

Fotodiodi Sensore

RAW e JPG

I sensori moderni catturano dati a 12 bit per il RAW cioè 2^12 = 4096 livelli a differenza del jpg che è a 8 bit che arriva a 2^8 = 256 livelli.
Per livelli si intendono di luminosità, quindi in pratica il sensore cattura 4096 livelli di luminosità dal bianco al nero e l'istogramma rappresenta il numero di pixel per ogni livello.
Una piccola nota: i vari "Picture style" e "Spazio colore" non influiscono nel file raw

Già a questo punto si può già capire l'importanza e la differenza dello scatto in RAW rispetto al JPG, però approfondiamo meglio e guardiamo come vengono catturati i dati.
La gamma catturata da sensore è lineare, si capisce meglio con un disegno:

Distribuzione Lineare



I 2048 livelli che vediamo a destra sono uno stop, e sono in pratica la metà dei livelli che abbiamo a disposizione, i sucessivi 1024 sono il secondo stop e così via fino ad arrivare ai 6 stop di gamma dinamica che riesce a catturare il nostro sensore.
Come si riesce a vedere, sovrapponendo l'istogramma alla distribuzione gamma del sensore, notiamo che i livelli sullo stop di destra sono di numero superiore, quindi i livelli catturati sui toni chiari sono maggiori rispetto ai toni scuri che si trovano alla sinistra.

Esposizione a destra

Ora abbiamo le basi per capire l'esposizione a destra, e vi faccio subito vedere un esempio. Mettiamo di fare uno scatto in cui l'istogramma è spalmato su 2 stop e facciamo fare tutto in automatico alla fotocamera, il risultato è questo:

Esposizione Automatica
Esposizione Automatica



ora se contiamo i livelli che abbiamo a disposizione con punti validi sono : 256 + 512 + 1024 = 1796 (circa guardando l'istogramma)
adesso proviamo a scattare sofraesponendo di uno stop e il risultato è questo

Esposizione +1 Stop
Esposizione +1 Stop



notiamo che l'istogramma si è spostato di uno stop a destra occupando comunque 3 stop di gamma dinamica e contando i livelli disponibili ora: 512 + 1024 + 2048 = 3584 e vediamo che abbiamo 1788 livelli di dati letti dal sensore in più avendo così maggiori possibilità di post produzione.
Quindi per "esposizione a destra" intendiamo spingere il più possibile l'istogramma verso destra senza bruciare i bianchi.
L'esposizione a destra vale solo per le foto scattate in RAW, il JPG, offrendo meno possibilità di elaborazione, è meglio che esca già pronto da utilizzare.

Istogramma di luminosità e Istogramma RGB

Istogramma di luminosità e Istogramma RGB
Una piccola nota, gli istogrammi mostrati dalle fotocamere sono di 2 tipi: di luminosità e rgb. Bisogna stare attenti all'istogramma di luminosità che è calcolato in questo modo:
Red : 30%
Green : 59%
Blue : 11%
quindi è meglio controllare l'istogramma rgb piuttosto di quello di luminosità per il fatto che uno dei tre colori potrebbe essere già ai limiti dell'istogramma e non ce ne accorgiamo. Nel maggiore dei casi è propio il blu il cui incide solo l'11% .

istogramma
luminosità e RGB

Note sullo scatto in RAW

A prima vista il file RAW è migliore, quindi scatteremo sempre in RAW? La risposta è no! Il RAW ha anche degli aspetti negativi, il primo è che il file è molto più "pesante" nel senso che occupa più spazio e ci mette più tempo ad essere scritto nella memoria della fotocamera, per secondo il file deve essere elaborato con appositi software.
Quindi se ci servono dei file subito pronti senza dover passare da un pc dobbiamo necessariamente scattare in JGP.
Questo non è il solo caso in cui ci serve il JPG.
Per le foto sportive il JPG è quasi d'obbligo, perché ci servono raffiche velocissime, dobbiamo fare migliaia di scatti e magari dobbiamo consegnare il lavoro a fine giornata.
Il termine "quasi" l'ho usato perché con le ultime reflex in commercio, si ha la possibilità di scattare raffiche velocissime di RAW e permettono di eseguire della postproduzione già in macchina, queste reflex hanno un costo non indifferente per cui non sono alla portata proprio di tutti.
Comunque come in ogni cosa vale la regola che i limiti di oggi, grazie alla tecnologia, non sartanno più un limite domani e che ogni fotografo adatta la sua tecnica in base agli strumenti che ha a disposizione.







cron