Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it - forum gallerie tutorial guide - Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it - forum gallerie tutorial guide - Diffoto Portale Fotografico - www.diffoto.it

DiFFoto - Portale Fotografico - forum guide tutorial gallerie


Oggi è 11/12/2017, 12:07

Genere fotografico - Urbex, Urban Exploration


by Fabio Crivellaro

©Diffoto

Polesine

Sono nato nel polesine, pianura immensa, dove i paesi e le città distano anche più di 10Km l’una dall’altra, per dare spazio a campi coltivati, valli lagunari, argini di fiumi e canali. Le campagne hanno uno scenario particolare costituito da tralicci ed edifici abbandonati, dovuto magari all’abbandono della vita di campagna più difficile e meno comoda. Questi edifici in degrado, in pericolo di crollo, stanno rischiando di sparire per sempre riassorbiti dalla natura.
Restando in tema di abbandono, anche nelle città ci troviamo di fronte a costruzioni, case, cinema, teatri, fabbriche, chiese, discoteche abbandonate. In questo periodo si fa fatica ad abbattere per ricostruire o ristrutturare, in questa epoca del consumismo si fa prima a costruire in una zona nuova o utilizzare i più comodi prefabbricati. Tutti questi luoghi fanno parte integrante del nostro paesaggio e non ne possiamo restare indifferenti. Come prima cosa c’è la curiosità, poi il fascino dell’ignoto. Per placare queste esigenze, procedo facendo ricerche, raccogliendo materiale inerente a queste attività, e vengono sempre fuori storie interessanti, miti e leggende. Tutto l’incanto che hanno questi luoghi, pian piano sparisce logorato dal tempo, dalle intemperie a dagli atti di vandalismo. Prima che non resti più niente è nata in me l’esigenza di fotografare. Lo scopo è proprio quello di documentare con una visione fotografica tutto questo prima della distruzione totale, per preservare il ricordo, per fissare dettagli già ormai quasi perduti.
Tutti luoghi carichi di particolarità che riportano alla memoria la loro attività, quando erano centri di attività umana, lavoro, incontri e socializzazione.
Le tematiche fotografiche interessate sono quelle dell’Urban Exploration, dell’archeologia industriale, dell’architettura e del paesaggio.

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Urban Exploration

La fotografia di edifici in disuso e anche nota come Urbex, Urban exploration ovvero esplorazione urbana e nasce come documentazione per far riscoprire strutture di interesse storico e architettonico del territorio. Ciò che fanno gli esploratori urbani può essere considerato da taluni trasgressivo, ma lo scopo non è di ordine rivoluzionario. Il genere di sapere e di esperienza che questi esploratori cercano e trovano (nascosto da sotto gli occhi di tutti) è appassionante, utile e in definitiva ha poco a che fare con l'estetica della decadenza. Si tratta in definitiva di un progetto di produzione di "conoscenza locale" nato dal desiderio di collegarsi in modo sensato con un mondo reso sempre più banale dagli interessi commerciali.

Archeologia industriale

Studia, applicando un metodo interdisciplinare, tutte le testimonianze (materiali e immateriali, dirette ed indirette) inerenti al processo d'industrializzazione fin dalle sue origini, al fine di approfondire la conoscenza della storia del passato e del presente industriale.
È vero, tuttavia, che in certi interessanti e meritevoli casi strutture industriali (officine, opifici, ecc.) siano stati in questi ultimi decenni riscoperti, restaurati e rivalutati in modo da divenire contenitori per centri studi e poli museali.

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Fotografia d’architettura

Diciamo che nella stragrande maggioranza dei casi il perché decidiamo di scattare una foto ad un determinato edificio è un po’ una domanda retorica. E’ piuttosto evidente: se vogliamo immortalare qualcosa è perché quel qualcosa ha catturato la nostra attenzione. Tanto più se il nostro soggetto presenta delle caratteristiche tali da risultare lampanti alla vista.
La ricerca del bello attraverso regolarità e geometrie, opere di architetti della nostra zona magari che non sono riusciti a scrivere il loro nome nella storia dell’architettura, ma che magari hanno comunque fatto lavori eccellenti e degni di nota.

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Importante è lo spirito dell’Urbex

Una norma di comportamento non scritta da seguire per essere considerati Urbex e non vandali è quella di non alterare nulla di quello che si trova, non si sfondano porte, non si imbrattano muri, non si portano via souvenir e non si rompono cose per il gusto di rovinare tutto. I vandali vanno denunciati, per preservare questi luoghi per non alterare i contenuti. Facciamo Urbex per lo stesso motivo per cui si studia storia a scuola, per lo stesso motivo per cui esistono gli archeologi. Questo era un argomento doveroso prima di parlare di interni.

Interni

Negli interni troviamo i dettagli che ci fanno più pensare, che ci fanno viaggiare con la fantasia, dettagli che ognuno di noi può associare a quello che vuole. Immaginare cosa sia successo in quelle stanze, con quegli oggetti. Quelle stanze, teatro di vita vissuta, che ha lasciato segni, che ha lasciato energie, pianti, sorrisi, litigate, violenze.

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Murales

I luoghi abbandonati sono la tavolozza preferita di tanti artisti di murales, di varie correnti, con varie motivazioni. Qui si apre un moldo vastissimo fatto di correnti artistiche, bande, gruppi, ideologie. Un mondo che mi affascina e sicuramente un giorno approfondirò.

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto



Teatri, Discoteche

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Strutture Sanitarie

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Alberghi e Strutture Turistiche

©Diffoto ©Diffoto ©Diffoto

Privacy

E' severamente vietato l'utilizzo e la riproduzione totale o parziale del contenuto di questo sito internet e delle immagini contenute senza il consenso dell'autore che ne è il proprietario.
info: info@diffoto.it










cron